head:

Archivio notizie - EURO CHEM 2000

EURO CHEM 2000 SRL
Vai ai contenuti

Archivio notizie

Notizie

Maggio 2016 I composti perfluoroalchilici presenti nelle acque di molte province venete.
Leggi articolo (tratto da ilfattoquotidiano.it)

Maggio 2016  -  MODIFICHE AI CRITERI MICROBIOLOGICI APPLICABILI AGLI ALIMENTI - ACCORDO STATO REGIONI.

La Conferenza Stato Regioni, ha sancito l’intesa sul documento concernente “Linee guida relative all’applicazione del Regolamento (CE) n. 2073/2005 e successive modifiche ed integrazioni sui criteri microbiologici applicabili agli alimenti”.
Scarica il documento QUI

CONCERTI AL DEPOSITO GIORDANI - EURO CHEM 2000 ESEGUE LE MISURE DI RUMORE

LO STRESS TERMICO - MICROCLIMA

Ambienti eccessivamente caldi o freddi, con tassi di umidità inferiori o superiori al 40-60%, correnti d’aria e sbalzi termici possono portare ad eventuali patologie reumatiche, dell’apparato respiratorio e dolori muscolari. Euro Chem 2000 mette a disposizione la propria competenza per la valutazione dei rischi e la successiva gestione e prevenzione dei rischi associati al microclima, tramite le indagini sul microclima nei vari luoghi di lavoro.
Il mantenimento di un costante ed adeguato microclima negli ambienti lavorativi è la premessa per avere delle condizioni di salubrità sui lavoratori, e per rispettare le normative vigenti relative alla prevenzione dei rischi. I fattori ambientali che influenzano le condizioni termiche di un ambiente chiuso costituiscono il suo microclima, quando questi fattori superano determinati valori ne deriva l'uso per i lavoratori, di adeguati indumenti di lavoro, e per il datore di lavoro l'acquisizione di tutti quei sistemi atti a contrastare tali fattori come ad esempio sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento opportunamente regolati sulla specifica realtà lavorativa e mantenuti in costante efficenza tramite regolari manutenzioni e controlli. La normativa prevede infatti di rispettare parametri quali umidità, temperatura, velocità dell'aria, ecc. Rivolgendoti alla nostra struttura puoi per richiedere un’accurata analisi del microclima, ed avere una consulenza professionale su misura, per info mandaci una mail o chiama lo 0434 592574.

29-08-2013 PROROGA SCADENZA RINNOVO AUTORIZZAZIONI EMISSIONI (Autorizzazione Unica Ambientale (A.U.A.))

Con l'uscita del D.P.R. n. 59 del 13/03/2013 “Regolamento recante la disciplina dell’autorizzazione unica ambientale (AUA) e la semplificazione di adempimenti amministrativi in materia ambientale gravanti sulle piccole e medie imprese” la Provincia di Pordenone ha prorogato la prima scadenza relativamente ai rinnovi delle autorizzazioni in atmosfera, al 30/09/2013. La mancata presentazione delle domande nei termini previsti causerà la decadenza dell'autorizzazione stessa.
L'autorizzazione Unica Ambientale o A.U.A. sostituirà le vecchie notifiche o autorizzazioni previste dalla normativa ambientale e sarà rilasciata da un unico Ente ovvero lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP). Come conseguenza si avrà che alla scadenza di qualsiasi autorizzazione in campo ambientale le Aziende dovranno fare richiesta per ottenere A.U.A.
Per ulteriori chiarimenti contattateci compilando il modulo o telefonando allo 0434592574.

28-08-2013 Novità in campo edilizio: Il Consiglio di Stato stabilisce che il "FRESATO D'ASFALTO" può essere qualificato come sottoprodotto anzichè come rifiuti speciale.

Con sentenza 4151 del 06-08-2013 il Consiglio di Stato ha stabilito che il "fresato d'asfalto' può essere qualificato come sottoprodotto invece che come rifiuto speciale, poichè rispetta l'art. 184bis del D.Lvo 152/2006.
La nota dell'ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) è scaricabile qui .

30-05-2013 IL CDR DIVENTA CSS E NON SARA' RIFIUTO

Il Combustibile Solido Secondario (CSS) dal 29-03-2013 può essere considerato "non rifiuto" se rispetta rispetta i termini riportati nel Decreto Ministeriale 14.02.2013 (G. U. n° 62 del 14.03.2013).
I campionamenti di CSS sono eseguiti ai sensi della norma UNI EN 15442:2011 le metodiche di preparazione e riduzione dei campioni seguiranno la norma UNI EN 15443 e tutte le metodiche analitiche adoteranno le indicazioni delle norme serie UNI EN 15000.

Agosto-2013 Pubblicato il Regolamento 715-2013  "criteri che determinano quando i rottami di rame cessano di essere considerati rifiuti"

Il testo del Regolamento è scaricabile qui .

06-12-12 Procedura standardizzata valutazione dei rischi

Pubblicato il documento di "recepimento delle procedure standardizzate di effettuazione della valutazione dei rischi" dal Ministero del Lavoro per le imprese con meno di 10 dipendenti previste dall'articolo 29 del Testo unico sicurezza (Dlgs n. 81/2008) e utilizzabile anche, in alcuni casi, per imprese con meno di 50 dipendenti.

27/09/2010  Criteri ammissibilità rifiuti in discarica (Decreto 27-09-2010 su G.U. 01/12/2010)


Le informazioni riportate sono frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. Euro Chem 2000 non necessariamente avvalla la validità di quanto riportato per le informazioni non di nostra proprietà, declinando ogni responsabilità si invita pertanto il lettore a una verifica presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.
Torna ai contenuti